19 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

PAROLA A..: UMBERTO BORRELLI E MARIO D'ACCIARO

03-05-2020 12:36 - News Generiche
Settima puntata per la nostra rubrica "Parola a..", in cui intervistiamo i tanti ragazzi del settore giovanile della Bacigalupo Vasto Marina. Spazio a due trascinatori dei nostri allievi sperimentali, che hanno raggiunto l'obiettivo della qualificazione alla fase finale: Umberto Borrelli e Mario D'Acciaro, entrambi classe 2004. I due, arrivati alla Bacigalupo Vasto Marina nell'estate 2019, si sono anche tolti la soddisfazione di fare parecchie presenze con i più grandi, nel campionato allievi regionali: un contributo davvero molto prezioso da parte di entrambi, che hanno dimostrato immediatamente le proprie qualità integrandosi alla perfezione nel nostro gruppo. Andiamoli a conoscere meglio.

Ciao ragazzi! Attraversiamo un periodo difficile che ha stravolto le abitudini di tutti. Cosa fate in queste giornate un po' particolari? Quali attività svolgete?
Umberto Borrelli. Si, il virus ha sconvolto tutti, spero che questo periodo finisca il prima possibile. Durante le giornate, oltre a giocare alla PlayStation, cerco di allenarmi per tenermi in forma.
Mario D'Acciaro. Io sono molto fortunato a vivere fuori città! In questo periodo difficile posso comunque allenarmi percorrendo una delle tante strade di campagna vicine a casa mia, riuscendo così a tenermi in forma. Solitamente percorro due o tre kilometri al giorno, e quando il tempo non permette di uscire faccio attività fisica in casa.

Siete entrambi arrivati alla Bacigalupo Vasto Marina nell'estate 2019, ma il vostro inserimento è stato immediato e vi siete subito fatti voler bene da tutti. Quali sono state le vostre sensazioni? Come vi siete trovati nel nostro ambiente e come siete riusciti a entrare così velocemente nel gruppo?
Umberto Borrelli. È vero, sono arrivato da poco in questa squadra, ma sono riuscito a inserirmi subito sia perché mi sono sempre impegnato sia anche grazie al mister che ha creduto in me. Mi sono sentito a mio agio anche perché con i miei compagni abbiamo sempre scherzato e ci siamo voluti molto bene fin dall'inizio.
Mario D'Acciaro. All'inizio credevo di non essere accettato totalmente dai miei compagni a causa del mio carattere chiuso e molto timido, ma sono bastati solo un paio di allenamenti per instaurare un rapporto di amicizia con tutti, dalla squadra alla società.

Avete disputato un campionato molto positivo con gli allievi sperimentali, ottenendo l'ambita qualificazione alla fase finale. In quale partita c'è stata la vittoria che ha dato la spinta decisiva per il raggiungimento dell'obiettivo?
Umberto Borrelli. Secondo me la vittoria in casa per 2-0 contro la Gladius (che era ed è ancora prima in classifica) ci ha dato molto morale e forza, elementi grazie ai quali siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo.
Mario D'Acciaro. La partita che secondo me ha dato la spinta decisiva per il raggiungimento dell'obiettivo è stata senza dubbio la vittoria per 3-1 contro l'Ortona, forse una delle partite migliori della nostra stagione.

È stata strepitosa soprattutto la marcia tra le mura amiche, dove avete collezionato una serie di successi prestigiosi e determinanti. Secondo voi, in casa perchè vi esaltate di più?
Umberto Borrelli. Perché giocavamo e ci allenavamo in un campo in terra, mentre le altre squadre giocavano sul sintetico. Abbiamo lavorato molto, facendo tanti sacrifici che sono risultati determinanti in seguito.
Mario D'Acciaro. In casa sai per certo che ci sono persone a te molto care, i tuoi familiari o amici, che invece in trasferta possono venire a mancare a causa della distanza o del viaggio da affrontare.

Siete stati impegnati spesso anche nel campionato allievi regionali, dove avete dato un contributo molto prezioso. Com'è giocare con i più grandi? Quali differenze ci sono?
Umberto Borrelli. Giocare con i più grandi a questa età è difficile. Secondo me è fondamentale pensare prima ed essere più veloce mentalmente, perché lottare fisicamente con un ragazzo un anno più grande è complicato, soprattutto per me che sono piccolino a livello di stazza.
Mario D'Acciaro. Giocare con persone più esperte di te è sempre un momento emozionante, sia perché possono insegnarti molto di più di ciò che non sai già, sia perché sei orgoglioso del traguardo raggiunto, ovvero quello di giocare in categorie superiori alla tua. Personalmente non vedo tante differenze nel giocare nella mia categoria o in una superiore, dò sempre il massimo in ogni singola partita, il resto vien da sé.

L'obiettivo della qualificazione alla fase d'élite è stato raggiunto anche con gli allievi regionali. Pensate che ci sia stato un momento chiave? Come giudicate la vostra stagione?
Umberto Borrelli. Penso che giocare sia con gli allievi sperimentali sia con gli allievi regionali mi abbia fatto crescere molto. Ho giocato un po' di partite con i più grandi anche da titolare e inizialmente è stato difficile, ma piano piano sono riuscito a sbloccarmi dando il mio meglio per la squadra.
Mario D'Acciaro. Forse la partita in cui credo di essermi comportato calcisticamente meglio è stata contro la Curi Pescara nella prima giornata della fase d'élite, per il resto della stagione con gli allievi regionali ci sono degli alti e bassi, ma comunque ho ancora molto da imparare e solo il mister può aiutarmi in questo.

Umberto, quest'anno con il tuo sinistro hai dimostrato più volte di essere molto bravo nei calci di punizione, segnando un paio di reti tra cui quella importantissima e spettacolare che ha sbloccato il risultato nel successo per 3-1 contro il Giulianova. Probabilmente il tuo più bel gol, ce lo racconti? Come hai migliorato e sviluppato questa capacità?
Umberto Borrelli. Le punizioni sono sempre state il mio forte. Per quanto riguarda la rete contro il Giulianova, quando ho posizionato la palla il mio primo pensiero era quello di metterla in mezzo, visto che mi trovavo vicino al calcio d'angolo. Poi ho sentito il mister che mi ha detto di calciare, mi sono concentrato, ho tirato e fortunatamente la palla è andata sotto all'incrocio lontano. È stata la mia rivincita perché nella gara di andata mi ero infortunato al braccio!

Mario, a centrocampo non ti risparmi mai e corri tantissimo, finendo spesso le partite con i crampi. Quanto è importante per te dare sempre il massimo e trasmettere questa voglia anche ai tuoi compagni? È una qualità che possiedi fin da piccolo?
Mario D'Acciaro. Sin da quando ero piccolo ho sempre giocato nello stesso ruolo, a centrocampo, e non mi risparmiavo mai. Il mio mister di quegli anni mi ha sempre detto che il centrocampista è il perno della squadra, e se cede il perno l'intera struttura (la squadra) crolla: per questo cerco sempre di dare il massimo e di trasmettere la mia voglia a tutti i miei compagni.

Giocate insieme da alcuni anni e vi conoscete bene, quali sono le caratteristiche principali del vostro compagno? In cosa il vostro compagno vi stupisce di più a livello calcistico?
Umberto Borrelli. Con Mario gioco insieme da molto e ci troviamo bene, ma la cosa che mi affascina di più di lui è la sua determinazione e la sua capacità di pensare e riuscire a trovare la giocata giusta in poco tempo.
Mario D'Acciaro. Io e Umberto giochiamo insieme da ormai tre anni. La prima volta che l'ho incontrato mi è sembrato tutt'altro di com'è veramente, ma spesso l'apparenza inganna, no? Si è dimostrato un ottimo giocatore, nonché un ottimo compagno di squadra con un sinistro davvero degno di nota. La cosa che più mi stupisce di Umberto è che, anche in quelle partite dove sei in difficoltà, lui non molla mai e incita la squadra a dare il meglio.

Di quale squadra di serie A siete tifosi? Quale calciatore ammirate di più?
Umberto Borrelli. Tifo per la Juventus e il mio idolo è Dybala. Cerco sempre di imitarlo, infatti quando segno faccio sempre la sua "Dybala Mask": lui è mancino come me, fisicamente piccolino e molto bravo sui calci piazzati e a saltare l'uomo. Cosa dire di più, un calciatore spettacolare che cerco sempre di imitare, pur essendoci ovviamente dei limiti.
Mario D'Acciaro. Io sono fedele ai colori rossoneri e da quando ero piccolo mi sono sempre ispirato a Kakà. Data la mia giovane età non ho potuto vivere i suoi anni migliori, ma fortunatamente avevo delle cassette di mio padre (anche lui appassionato di Kakà) con tutte le sue partite.

Qual è il ruolo dove vi trovate meglio? Perché?
Umberto Borrelli. Quest'anno ho giocato in tanti ruoli, ma penso che quello che mi piace di più è il centrocampista, perché mi piace molto giocare la palla e decidere cosa fare con il pallone.
Mario D'Acciaro. Il ruolo in cui mi trovo meglio è sicuramente il mediano, ma negli ultimi anni molti mister mi hanno adattato anche come mezz'ala: devo dire che non è poi così male, d'altronde sono comunque a centrocampo.

Qual è il vostro punto di forza? E in quale aspetto, invece, secondo voi dovete migliorare?
Umberto Borrelli. I miei punti di forza sono il passaggio e il dribbling, mentre credo di dover migliorare in altri aspetti, come crescere un po' anche fisicamente.
Mario D'Acciaro. I miei punti di forza credo siano la resistenza e la velocità, mentre il punto su cui dovrei ancora migliorare è la tecnica, aspetto sul quale sto lavorando da un paio di anni.

Quale partita, per le emozioni o per l'importanza, ricordate con maggior piacere in questa stagione? E perchè?
Umberto Borrelli. Una partita molto bella è stata quella con gli allievi regionali contro la Virtus Ortona in casa. È stata una gara tosta e ho giocato titolare per la seconda volta con i più grandi: sentivo molta pressione perché indossavo la maglia del capitano Andrea Santone, che era infortunato. Tuttavia ho cercato di giocare spensierato e penso di aver disputato una discreta partita: l'importante è che la squadra ha vinto per 2-0, e sono contento di aver dato il mio contributo per farla vincere.
Mario D'Acciaro. Sicuramente la partita che ricordo con maggior piacere è, come ho detto precedentemente, il successo per 3-1 contro l'Ortona, ma cito anche la vittoria (sempre per 3-1) contro il Giulianova, una partita in cui ho pensato solo a divertirmi.

Intervista realizzata da Loris Napoletano
Nickname





Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
INFORMATIVA PRIVACY
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti.
scopo organizzativo interno

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@asdbacigalupovastomarina.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è
A.S.D. Bacigalupo Vasto
Viale D´Annunzio 68 - Vasto (Chieti)
Tel.0873/372414 Fax.0873/372414
torna indietro leggi INFORMATIVA PRIVACY  obbligatorio